fbpx

Lo sbarco sulla luna, come narrarlo ai bambini

Lo sbarco sulla luna, come narrarlo ai bambini
“Ha da essere un poeta
sulla Luna ad allunare:
con la testa nella luna
lui da un pezzo ci sa stare…
A sognar i più bei sogni
è da un pezzo abituato:
sa sperare l’impossibile
anche quando è disperato.
Or che i sogni e le speranze
si fan veri come fiori,
sulla luna e sulla terra
fate largo ai sognatori!”

Gianni Rodari - Sulla Luna

Così Gianni Rodari celebrava la Luna. Ma non è il solo ad esserne stato ispirato e incantato. Il desiderio di andare per le vie del cielo è un sogno che ha accomunato molta parte dell’umanità in ogni epoca storica. La curiosità di sapere cosa c’è e com’è fatto quello spazio buio che ci circonda ha alimentato la ricerca scientifica, che ha permesso di conoscere una piccola parte dell’Universo nel quale viviamo.

Ed è quella stessa curiosità che, presente in ogni bambino, dovremmo sollecitare e mantenere viva non solo a scuola ma anche e soprattutto in famiglia.

Raccontare ai bambini lo sbarco sulla Luna

Quest’anno ricorre il cinquantesimo anniversario della missione spaziale Apollo 11, che il 20 luglio 1969 portò per la prima volta gli uomini sulla Luna. Ma come narrare l’emozione, la trepidazione, la curiosità con cui molti loro coetanei (e non solo!) nel 1969 vissero quel momento storico?

Il primo suggerimento passa dall’osservazione del cielo. Credo sia un passaggio fondamentale per far cogliere i cambiamenti anche solo di forma che la luna assume nel corso delle sue “fasi”. E poi, ci sono i libri che tanto ci aiutano. La produzione letteraria a tematica lunare è numerosa e variegata. Libri scientifici, saggi, romanzi, raccolte di racconti e fumetti, ce n’è per tutti i gusti e tutte le fasce di età per celebrare un momento storico della storia dell’umanità.

Ecco alcune proposte:

Il giorno della Luna

di Chris Hadfield, Trad. Loredana Baldinucci, Ill. The fan brothers, Il Castoro 2019 – Età dai 4 anni

Il giorno della luna

Nel giorno in cui avviene lo sbarco sulla Luna, un bambino affronta le sue paure… e comincia a inseguire il sogno che lo porterà fino alle stelle.

Chris immagina di essere un piccolo astronauta forte e coraggioso, che sogna di esplorare l’universo insieme al suo carlino Albert. Ha solo un piccolo problema: di notte, ha paura del buio! Ma quando guarda lo sbarco sulla luna in Tv e vede dei veri astronauti che si muovono nello spazio più nero, Chris scopre che il buio non è per niente pauroso, ma bello ed elettrizzante, soprattutto quando a farti compagnia ci sono grandi sogni. Immensi come lo spazio.

Papà, mi prendi la luna per favore?

di Eric Carle, Editore La Margherita 2016 – Età dai 3 anni

Papà, mi prendi la luna per favore?

Un libro che nasce dall’estro artistico di Eric Carle, autore del più famoso “Il piccolo bruco Maisazio”, tradotto in ben 47 lingue! Si tratta, inoltre, di un libro cartonato (quindi adatto anche alle mani dei più piccolini) che nasconde al suo interno delle pagine estendibili che restituiscono ai bambini la percezione del racconto. Se volete saperne di più, vi rimando ad una mia precedente recensione.

Viaggio sulla luna

di Anne Jankeliowitch,Olivier Charbonnel, Annabelle Buxton, Trad. Giulia Calandra Buonaura, Franco Cosimo Panini 2018 – Età dai 5 anni

Viaggio sulla luna

In occasione dello storico anniversario dello sbarco sulla luna, non poteva mancare un libro pop-up sul tema, adatto anche agli appassionati più giovani. Le teorie che riguardano l’origine della Luna sono ancora oggi in evoluzione e questo libro, dalle animazioni di grande effetto, ci racconta caratteristiche tecniche e curiosità sul nostro satellite naturale. I testi sono brevi, ma vengono ampiamente integrati dalle immagini, che sfruttano al meglio lo sviluppo tridimensionale consentito dalle tecniche del pop-up; perfette per supportare la descrizione delle orbite gravitazionali o delle fasi lunari.

La mia notte sulla luna

di Annamaria Piccione, Matilda Editrice 2019 – Età dai 10 anni

La mia notte sulla luna

Luglio 1969, come ogni anno la piccola Annuccia si trasferisce con la famiglia (sorella, fratello, genitori, nonna e zii) nel casolare di campagna, dove il tempo sembra essersi fermato. È felice all’idea di godersi l’aria fresca, di giocare all’aperto e di trascorrere le serate guardando le stelle e la luna. Soprattutto la luna, protagonista di quell’incredibile estate. Sta per arrivare il 20 luglio, la notte dello sbarco degli astronauti sul satellite terrestre, tutti sono eccitati, soprattutto Michele, il fratello più grande di Annuccia. Lui sa tutto dell’Apollo 11, ha persino costruito un modellino dell’astronave. Ma in campagna non c’è ancora l’elettricità, come faranno ad assistere all’allunaggio?

Un romanzo emotivamente coinvolgente, che invoglia al sorriso e alla riflessione, facendo rivivere a chi legge uno dei momenti mediatici più appassionanti nella storia dell’umanità. Lo sbarco sulla luna si intreccia con le vicende di una famiglia come tante, tra sogni, speranze e drammi, in un periodo storico in cui la guerra era ormai alle spalle ma se ne sentivano ancora gli strascichi. Il racconto accompagna bambine e bambini a scoprire un tempo non troppo lontano in cui si ascoltavano le canzoni dello Zecchino con il mangiadischi, ma gli uomini conquistavano lo spazio sognando un mondo senza confini.

Attraverso i qr code presenti nelle pagine del libro è possibile visualizzare i video originale del lancio dell’Apollo 11, il viaggio, l’atterraggio e i primi passi sulla luna.

Mariapia Basile
Mariapia Basile è fondatrice di Firmino, sito specializzato sui temi dell'educazione alla lettura e della segnalazione di tutto quello che di nuovo c'è nel panorama editoriale della letteratura per l'infanzia e l'adolescenza. Avvocato e insegnante di sostegno nella scuola superiore di secondo grado, appassionata di letteratura giovanile, realizza incontri e corsi rivolti a genitori, educatori, insegnanti.